venerdì 19 ottobre 2007

Shakespeare


E' un po' di tempo che mi è venuto in mente di leggere Shakespeare seriamente. A parte le poche opere lette al liceo infatti non ho mai ripreso in mano gli scritti del Grande Bardo. L'inizio di questa lettura è sempre stata procrastinata dalla mancanza nella mia biblioteca delle opere shakespeariane e dalla mia pigrizia.
Ora che mi sono state regalate non ho veramente più scuse.

3 commenti:

Mada ha detto...

“ Che significa "Montecchi"? Nulla: non una mano, non un piede, non un braccio, non la faccia, né un'altra parte qualunque del corpo di un uomo. Che cosa c'è in un nome? Ciò che noi chiamiamo con il nome di rosa, anche se lo chiamassimo con un altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso dolce profumo”
.. certamente anche William sarebbe fiero di te..spero che la lettura riesca ad ispirarti per altri disegni come questo..
Un bacio

Furly ha detto...

ooppsss scusate ho sbagliato blog, sapete se è in quello accanto che si parla di figa ?

Jacques ha detto...

"...Ciò che noi chiamiamo con il nome di rosa, anche se lo chiamassimo con un altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso dolce profumo"

No se lo chiamiamo "Puzzofiore". (piccola citazione della citazione)

Comunque complimenti per il diswegno, per la frequenza con cui posti e per le letture scelte!

Sovrano si sbrighi ;)

J